Marina Militare

Negli esami finali la sintesi degli insegnamenti ricevuti durante la permanenza dei frequentatori in Istituto

12 aprile 2021 Vittorio Parrella

Venerdì 09 aprile, nella sede dell’antico Arsenale di Venezia, si è svolta la cerimonia conclusiva dell’85° Corso Normale di S.M.. Come avvenuto durante il precedente corso, le attività didattiche sono state svolte nel rigoroso rispetto delle misure di prevenzione COVID-19.

Al termine della sessione d’esame, i 34 ufficiali e i 4 frequentatori civili hanno conseguito il Master in "Studi Strategici e Sicurezza Internazionale", in virtù dell’accordo sottoscritto con l’Università Ca’ Foscari nel 2014.

Il corso, iniziato lo scorso mese di gennaio, si è articolato sulle canoniche 13 settimane, che hanno visto lo svolgimento di lezioni frontali, laboratori esperienziali e conferenze di approfondimento, sia in presenza che a distanza, tenute sulle molteplici tematiche affrontate durante lo sviluppo dei singoli Moduli di insegnamento; inoltre, è stato arricchito da importanti approfondimenti quali:

    • la conferenza del Procuratore Generale Militare presso la Corte Suprema di Cassazione, dott. BLOCK;
    • la conferenza sul tema "Nuove forme di conflittualità, tra privatizzazione della guerra e ibridizzazione della stessa" del prof. MARGELLETTI;
    • la conferenza sulla Leadership dell’ex Ministro della Difesa e ex Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio DI PAOLA;
    • la conferenza sull’impiego del personale militare dell’Ammiraglio di Divisione BERUTTI BERGOTTO;
    • la 50esima Giornata di Studi sul tema "Lo scenario internazionale dopo un anno di COVID".

Gli esami finali hanno rappresentato la sintesi degli insegnamenti ricevuti durante la permanenza dei frequentatori in Istituto; gli argomenti trattati durante la discussione delle tesi, infatti, hanno trovato spunto tra quelli affrontati all’interno del fitto calendario didattico, senza trascurare l’analisi degli aspetti più attinenti alla marittimità ed alla stretta attualità (dalla pirateria alla pandemia) e sempre in un’ottica olistica, come richiesto a Ufficiali che saranno impiegati in contesti di Staff, sia nazionali ed internazionali.

Ai frequentatori, che potranno fregiarsi del distintivo dell’Istituto di Studi Militari Marittimi, l’augurio che l’importante traguardo accademico raggiunto possa rappresentare un prezioso strumento per conseguire sempre maggiori soddisfazioni professionali, al servizio del Paese.