Marina Militare

Inizia un anno denso di impegni per per la squadra di canoa slalom della Marina Militare

14 aprile 2021 Alessandra Romiti

La stagione agonistica per la squadra di canoa slalom del Gruppo Sportivo Marina Militare con sede a Maristaeli Luni è appena iniziata; a distanza di un anno dall’ annuncio ufficiale dello slittamento dei giochi olimpici di Tokyo, è finalmente iniziata la stagione tanto attesa, un 2021 frutto di un quinquennio di impegno e sacrifici senza sosta per atleti, tecnici e dirigenti, tutti dedicati al raggiungimento del grande sogno a cinque cerchi.

L’anno appena iniziato, anche se anomalo dal punto di vista olimpico, sarà esattamente come doveva essere per tutte le altre competizioni internazionali. Si partirà con il campionato europeo a Ivrea (TO), dal 6 al 9 maggio, che oltre al titolo continentale assegnerà anche le ultime quote olimpiche (Giochi Olimpici che andranno in scena dal 18 al 31 luglio). Gli atleti poi saranno impegnati in 5 tappe di coppa del mondo tra giugno e settembre, nei campionati italiani assoluti di fine agosto e nel campionato mondiale che si terrà a Bratislava (SVK) dal 21 al 26 settembre, che chiuderà la stagione.

Queste le parole del direttore sportivo, il SC 1^ cl. sc Appodia Matteo alla domanda: "Che cosa ti aspetti da questa stagione?" "Vorrei innanzitutto ringraziare la Marina Militare e il Comando della Stazione Elicotteri di Luni, che in sinergia con l’Ufficio Vela/Sport ci hanno permesso in questi anni di crescere ed affermarci nel panorama mondiale, un ringraziamento che parte dalle segreterie fino ad arrivare ai vertici della nostra catena di Comando. Tornando alle gare, c’è da fare un piccolo passo indietro. Il primo scoglio da superare saranno le selezioni nazionali: la prima ci ha già visto protagonisti lo scorso 21 marzo a Valstagna (VI)e il 10-11 aprile a Ivrea (TO), gara internazionale che ha visto vincere nel K1 Stefanie Horn e salire sul podio con un terzo posto i fratelli Ivaldi e Jacob Weger; dopodiché si proseguirà il 17-18 aprile a Lubiana, in Slovenia. Nonostante gli inevitabili disagi e restrizioni che il Covid-19 ci ha imposto, siamo riusciti a lavorare bene e arriveremo pronti a tutti gli appuntamenti. Siamo tutti molto motivati e determinati a raggiungere gli obiettivi che ci siamo preposti".

Non resta che augurare un in bocca al lupo a questa piccola grande realtà, che in un così difficile periodo storico ci ricorda con forza l’importanza dei valori come il sacrificio, la voglia di lottare e di spingersi sempre oltre gli ostacoli che si incontrano.