Marina Militare

Un traguardo storico per la Marina Militare

3 agosto 2021 Stefano Febbraro

"La stagione è iniziata tempo fa con la scelta di mandare la portaerei Cavour negli Stati Uniti per la certificazione del ponte di volo. Una scelta sofferta e coraggiosa poiché eravamo in piena pandemia, ma che ci ha consegnato il traguardo che ci eravamo prefissati: la certificazione del ponte di volo. Assistiamo oggi all’appontaggio sulla portaerei Cavour del primo F-35 della Marina Militare: un grande passo verso l’obiettivo strategico di dotare la Difesa e l’Italia, di una capacità portaerei con aerei imbarcati di ultimissima generazione. Una capacità che ci proietta in un élite di pochi Paesi al mondo elevando, quindi, il livello e il peso internazionale dell’Italia", le parole del capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone.

L’arrivo del velivolo rappresenta una tappa fondamentale per la Marina nel processo di sostituzione degli AV-8B Plus Harrier, oramai arrivati alla fine del ciclo di vita operativa, che punta ad ottenere entro il 2024 un adeguato numero di aerei e piloti addestrati per conseguire la capacità operativa iniziale, fino all’acquisizione della completa capacità operativa dopo la consegna dell’ultimo velivolo destinato alla Marina.

Un momento emozionante come si evince dalle parole del capitano di corvetta Matteo Brambilla, pilota del BL4 che è appontato a bordo della portaerei: "è stato un onore e una grande soddisfazione aver contribuito al primo appontaggio del F35-B della Marina Militare che costituisce un momento storico e che permetterà alla Forza Armata di proiettarsi verso le prossime sfide e i futuri 40 anni. La Marina militare è un forza armata eterogenea che offre un mare di opportunità a tutti i giovani che amano mettersi in gioco".

Il comandante della nave, capitano di vascello Giancarlo Ciappina, ha sottolineato il suo orgoglio "per i risultati che la portaerei ha raggiunto e sono grato agli uomini e donne del mio equipaggio sin dalla partenza di gennaio verso gli USA per la campagna "Ready for Operations". La Marina fa un balzo epocale nell’acquisizione di questa capacità che tanto porterà avanti la Marina Militare e la sua aviazione navale"

L’appontaggio del primo F-35B rientra in un programma strategico che vede la Marina Militare rafforzare la capacità di intervento. Il risultato raggiunto ha un valore ancor più significativo nell’anno della ricorrenza del 160° anniversario della Marina Militare, a 10 anni di impiego del Cavour quale nave ammiraglia e a distanza di 30 anni dal primo appontaggio dell’AV8B plus sul ponte di nave Garibaldi nel lontano 1991.