Marina Militare

Il J24 del Centro Velico d'Altura della Marina Militare è campione nazionale

6 ottobre 2021 Giuseppina Maria Greco

ll J24 del Centro Velico d'Altura della Marina Militare "La Superba" (Ita 416) , timonato da Ignazio Bonanno, in equipaggio con Simone Scontrino, Francesco Picaro, Francesco Linares, Alfredo Branciforte, Vincenzo Vano sul gommone nel ruolo di coach e supportati da Procolo Pisano tecnico responsabile del settore, si è riconfermato campione italiano: i campioni uscenti, infatti, grazie a tre vittorie di giornata e a parziali regolari (M.M. 28 punti; 10,3,ocs,1,3,7,1,2,1), hanno conquistato per il quarto anno consecutivo (nel 2020 non è stato assegnato a causa della pandemia) il Trofeo Challenger J24 e il loro settimo tricolore nella Classe J24 dopo quelli vinti nel 2011, 2012, 2015, 2017, 2018 e 2019 (oltre ai due titoli europei vinti nel 2012 e nel 2019).

Il titolo è stato assegnato al termine del 40° Campionato Italiano Open J24 concluso il 3 ottobre 2021 nelle acque di Nettuno  ed  organizzato dal Nettuno Yacht Club e dal Circolo della Vela Anzio Tirrena, con la collaborazione tecnico logistica del Marina di Nettuno, del Circolo della Vela Roma, del Reale Canottieri Tevere Remo, della LNI sez. Anzio e della Classe Italiana J24, ha visto confrontarsi una trentina di agguerriti e titolati equipaggi del monotipo a chiglia fissa più popolare al mondo

Confermiamo le alte potenzialità e l’eccezionale bravura dei nostri velisti" – commenta a caldo il Capitano di Vascello Benedetto Esposito, direttore del Centro Velico d'Altura di Napoli. 

L’attenzione agli sport velici è prioritaria per la Marina Militare che recentemente ha dato nuovo impulso alla struttura organizzativa. Il 2021 è un anno che ha visto un forte rilancio della vela nella Marina Militare, sia dal punto di vista sportivo che da quello organizzativo, grazie alla suddivisione dell’ufficio Vela e Sport dello Stato Maggiore della Marina in due realtà; per lo sviluppo e promozione dell’attività velica è stato riattivato lo storico MARIVELA lasciando all’Ufficio SPORT la gestione della componente agonistica di tutti gli altri sport.