Brioni
Incrociatore ausiliario



 


 


Cantiere:

Cantiere di Monfalcone
Impostazione: 1930
Varo: 1931
Consegna: 1931
Perdita: 1942

Dislocamento:

1240 t.

Dimensioni:

Lunghezza: 76 m
Larghezza: 12,20 m

Apparato motore:

2 diesel
2 eliche
Potenza: 2200 cv

Velocità:

14 nodi

Combustibile:

1.250 t di nafta

Armamento:

2 cannoni da 102/45 mm
4 mtg da 13,2 mm
90 mine

Equipaggio:

 

Motonave mista costruita per conto della Puglia S.A. di Navigazione per la Linea ADRIATICO-DALMAZIA-ALBANIA.
Nel maggio 1940 viene requisita dalla Marina Italiana come Incrociatore Ausiliario (D13).
Nel giugno 1940 opera come Posamine lungo le coste meridionali della Sicilia tra Gela ed Augusta fino al 10 luglio del 1940.
Dal novembre 1940 al giugno del 1941 effettua 44 missioni di scorta tra Bari, Durazzo e Valona. Nuovamente in servizio di scorta nel settore albanese e delle isole dello Ionio fino all'agosto 1942.
A settembre dello stesso anno viene destinata al collegamento con Tobruk da Brindisi. Il 30 ottobre 1942 parte da Brindisi per la seconda missione a Tobruk in convoglio con la gemella Zara con a bordo un carico di munizioni.
Sfuggita al siluramento in cui si perde la Zara arriva a Tobruk alle 14.30 del 2 novembre 1942. Alle ore 16.00 mentre sono appena iniziate le operazioni di scarico, si sviluppa un attacco aereo sulla città.
Alcuni spezzoni incendiari colpendo la banchina ove la nave è attraccata, provocano l'esplosione del carico sbarcato ed un incendio che si estende alla nave che esplode, affondando il 3 novembre. Recuperata e demolita dagli Inglesi.