Sezione Torpediniere
Sottosezione Torpediniere da costa
Classe 76 YA


Unità Cantiere Imp. Varo Compl. Rad.
76 YA Yarrow Londra - Poplar 1885 1887 20-5-1887 7-9-1910
77 YA 1886 18-6-1887 10-3-1907
78 YA Regio Arsenale Venezia 3-10-1885 27-11-1894 21-10-1895 9-5-1907
79 YA 23-31895 27-4-1896 9-5-1907


Dislocamento: c.n. 110 t
Dimensioni: Lunghezza: f.t. 42,70 m
Larghezza: 4,27 m
Immersione: 1,54 m
Apparato motore:

2 caldaie tipo locomotiva
2 macchine alternative verticali a duplice espansione
2 eliche

Potenza:: 1600 cv
Velocità: 25 nodi
Combustibile:: 27 t carbone
Autonomia:

1.800 miglia a 12 nodi
400 miglia a 20 nodi

Armamento:

4 lanciasiluri binati (76 YA77 YA)
3 lanciasiluri di cui uno binato (78 YA

Equipaggio: 17 tra ufficiali, sottufficiali e marinai

Ultime torpediniere tipo Yarrow possedute dalla Regia Marina; per le loro dimensioni furono inizialmente classificate d’alto mare, indi l’aggiunta della lettera “A”; le prime due unità furono costruite a Londra; le altre nel Regio Arsenale di Venezia con notevoli tempi di realizzazione a causa dell’impegno economico destinato alle campagne coloniali; per merito delle ottime forme dello scafo raggiunsero velocità elevate superiori a quella contrattuale di 24 nodi.

Unità

Attività

76 YA

Partita da Londra il 27 maggio 1887, raggiunse Cagliari l’8 luglio e poi si trasferì alla Spezia, dove nel 1888 fu aggregata alla 4ª Squadriglia; nel marzo 1892 fu a disposizione dell’Accademia Navale; nel settembre 1899 fu inviata a Venezia; nel 1908 trasferita a Brindisi e poi posta in disarmo a Taranto il 21 agosto 1910

77 YA

Partita da Londra il 22 giugno 1887, raggiunse Cagliari il 12 luglio e poi si trasferì alla Spezia; partecipò a rilievi idrografici insieme alla R.N. Washington; nel marzo 1892 fu a disposizione dell’Accademia Navale; nel giugno 1894 fu inviata a Venezia per seguire da guida all’allestimento delle unità costruite nel Regio Arsenale; in disarmo a Venezia il 26 febbraio 1906

78 YA

Nel 1899 compì le prime navigazioni nell’alto e medio Adriatico; nel periodo 1900-1901 esercitò compiti di ispezione fari nel medio e basso