S 59
Torpediniera d'Alto Mare
Tipo Schichau da 79 T
Dal 31.1.1894: S83



 


 


Cantiere:

Cantiere Schichau di Elbing, Germania
Impostazione: non nota;
varo: 1886;
in servizio: 9.11.1886;
radiazione: 9.5.1907

Dislocamento:

normale: 79 t
pieno carico: 96 t

Dimensioni:

Lunghezza: p.p. 39,00 m
Larghezza: 4,80 m
Immersione AV: 0,90 m
Immersione AD: 1,11 m
Immersione media: 1,00 m
Immersione AD (al calcagnolo): 2,01 m

Apparato motore:

Generatore: 1 caldaia tipo locomotiva
Macchina: 1 motrice alternativa verticale a duplice espansione
Elica: 1
Potenza: 1.000 hp (736 kW)

Velocità:

20 nodi

Combustibile:

17 t carbone

Autonomia:

300 miglia a 15 nodi
1.000 miglia a 10 nodi

Armamento:

2 tubi lanciasiluri fissi;
2 cannoni revolver Nordenfelt o Hotchkiss

Equipaggio:

17 tra Ufficiali, Sottufficiale e Comuni
Faceva parte del primo lotto di unità consegnate dal cantiere di Elbing, ed affrontò un viaggio di trasferimento particolarmente lungo (tre mesi) e travagliato dalle condizioni avverse. Giunta in Italia venne consegnata ai cantieri Orlando per servire da prototipo alla costruzione delle unità delle stessa classe commissionate a quel cantiere.
Nel 1988 rimase gravemente danneggiata in una collisione con la gemella S 58
Nel 1904 fu aggregata alla Forza navale del Mediterraneo e poi della Divisione di Riserva.