Sezione Torpediniere
Sottosezione Torpediniere da costa
Classe Folgore


Unità Cantiere Imp. Varo Compl. Rad.
Folgore Regio cantiere Castellammare di Stabia

-

29-9-1886 16-2-1887 12-4-1900
Saetta
14-5-1908
30-5-1887 16-2-1888


Dislocamento: c.n. 370 t
Dimensioni: Lunghezza: f.t. 56,70 m
Larghezza: 6,31 m
Immersione: 2,27 m
Apparato motore:

4 caldaie tipo locomotiva
2 macchine alternative verticali a duplice espansione
2 eliche

Potenza:: 2.100 cv
Velocità: 17 nodi
Combustibile:: 90 t carbone
Autonomia: -
Armamento:

3 tubi lanciasiluri da 356 mm
2 cannoni revolver da 57 mm Nordenfelt;
4 cannoni revolver da 37 mm Hotchkiss

Equipaggio: 51 tra ufficiali, sottufficiali e marinai

Unità sperimentali, considerate navi da battaglia di 7ª classe; apparato motore di costruzione inglese

Unità

Attività

Folgore

Fu assegnata alla Squadra permanente, partecipando alle manovre nel 1887 e 1988; il 5 luglio 1889, presso Capri, fu investita dalla R.N. Bausan durante il trasferimento in Squadra da Palermo a Napoli; dopo le sommarie riparazioni a Napoli e radicali lavori alla Spezia ebbe numerose avarie all’apparato motore, indi nel 1892 fu posta fuori squadra; nel 1895 fu trasferita da Napoli alla Spezia, dove rimase inattiva fino al disarmo

Saetta

Entrò a far parte della Squadra permanente nel maggio 1888 e nell’estate dello stesso anno fu aggregata alla 2ª Divisione navale diretta in Grecia, facendo ritorno a Napoli per partecipare alla rivista navale del 17 ottobre; di base alla Spezia effettuò nel 1892 e 1894 rispettivamente due crociere in Sicilia e nell’alto Tirreno; nel 1901 fu assegnata alla scuola cannonieri