Sezione Torpediniere
Sottosezione Torpediniere da costa
Classe Odero Thornycroft


Unità Cantiere Imp. Varo Compl. Rad.
56 T
(già 80 T)
Odero Sestri

16-1-1886

11-1-1883 1888 2-8-1914
57 T
(già 81 T)
24-9-1887 10-3-1907
58 T
(già 82 T)
16-2-1887 10-3-1907
59 T
(già 83 T)
1887 18-3-1909
1887 29-8-1909


Dislocamento: c.n. 44 t
Dimensioni: Lunghezza: f.t. 31,03 m
Larghezza: 3,58 m
Immersione: 1,75 m
Apparato motore:

1 caldaia tipo locomotiva
1 macchina alternativa verticale a duplice espansione
1 elica

Potenza:: 330 cv
Velocità: 18 nodi
Combustibile:: 7 t carbone
Autonomia: circa 700 miglia a 10 nodi
Armamento:

2 lanciasiluri da 356 mm in impianto binato girevole
1 cannone revolver da 25 mm a due canne

Equipaggio: 10 tra ufficiali, sottufficiali e marinai

Unità

Attività

56 T (già 80 T)

Fino al 1899 fu adibita alla difesa mobile della Spezia e di La Maddalena; indi a quella di Taranto fino al 1909 e poi definitivamente a Venezia; il 17 marzo 1914 investì un vaporetto causando numerose vittime; trasformata in pirobarca P.E. 72

57 T (già 81 T)

Assegnata alla difesa mobile della Spezia fino al 1890, indi a quella di La Maddalena e poi di nuovo alla Spezia; trasformata in bersaglio veloce

58 T (già 82 T)

Fino al 1898 fu assegnata alla difesa mobile di La Maddalena e poi a quella di Taranto fino al 1908; trasferita a Venezia alla Scuola macchinisti; trasformata in bersaglio veloce..

59 T (già 83 T)

Due anni di stazione a La Maddalena; tre anni alla difesa mobile della Spezia; alla difesa mobile di Taranto dal 1893 fino al 1898; infine a quella di Venezia fino al disarmo.