Ammiraglio di Divisione
Andrea Petroni

 

L’Ammiraglio di Divisione Andrea Petroni nasce a Livorno nel 1968. Appena diplomato presso l’Istituto Tecnico Nautico di Livorno, nel 1987, entra in Accademia Navale, dove completa l’iter di formazione nel luglio 1991 conseguendo il grado di Guardiamarina; successivamente imbarca a bordo dei Sommergibili Classe Sauro, ricoprendo i previsti incarichi di Ufficiale di Rotta, Ufficiale AS e Comandante in Seconda.

Al termine di tale periodo, nel 1999 gli viene assegnato il Comando del Cacciamine TERMOLI con il quale partecipa a numerose attività addestrative ed operazioni, tra le quali spicca quella di bonifica dagli ordigni sganciati in Mar Adriatico durante il conflitto in Kosovo. Successivamente imbarca nuovamente sul Sommergibile GAZZANA nell’incarico di Comandante in 2^ (dal 2000 al 2002), fino ad arrivare al Comando del Sommergibile LONGOBARDO (dal 2002 al 2004) e viene designato al Comando del Sommergibile SCIRE’ (dal 2004 al 2005), nella fase di allestimento e approntamento alle prove in mare.

Nel 2005 sbarca per frequentare l’ “8° Corso dell’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze” presso il Centro Alti Studi Difesa di Roma (2005/2006) dove consegue il “Master in studi internazionali strategico militari”, rilasciato dall'Università degli Studi di Milano e dalla Libera Università Internazionale degli Studi Sociali di Roma.

Destinato successivamente presso il 5° Reparto Sommergibili dello Stato Maggiore Marina, nel 2007 assume anche l’ulteriore incarico di Ufficiale Addetto presso l’Ufficio di Coordinamento e Supporto Logistico Sommergibili presso l’Ispettorato Logistico della Marina.

Nel 2008 imbarca nuovamente ed assume il comando della fregata GRECALE e nel 2010 riprende servizio presso il Reparto Sommergibili dello Stato Maggiore Marina, dapprima con l’incarico di Capo Sezione Logistica e poi in qualità di Capo dell’ “Ufficio Ricerca, Sviluppo e Dottrina”.

Nel 2014 assume il Comando del Cacciatorpediniere Lanciamissili Luigi DURAND DE LA PENNE, con il quale prende parte alle operazioni di soccorso della M/N Norman Atlantic ed all’operazione “Mare Sicuro”.

Nel settembre 2015, assume l’incarico di Capo Ufficio Coordinamento Interno e Capo dell’Ufficio Ricerca e Sviluppo presso il Reparto Sommergibili dello Stato Maggiore Marina.

Dal 29 settembre 2017 è al 27 ottobre 2021 è stato Comandante dei Sommergibili, Capo del 5° Reparto Sommergibili dello Stato Maggiore della Marina, Capo Ufficio Programma Sommergibili della Direzione degli Armamenti Navali.

Dal 05 novembre 2021 al 14 settembre 2022 è stato il Comandante di Mariscuola Taranto.

Dal 25 ottobre 2022 è il Comandante dell’Istituto di Studi Militari Marittimi e Comandante del Presidio Marina Militare di Venezia.

La sua anzianità di grado è 1 Luglio 2022.

L’Ammiraglio di Divisione PETRONI è Cavaliere dell'Ordine al "Merito della Repubblica Italiana” ed è stato decorato della onorificenza Mauriziana. Le sue decorazioni includono: Nastrino e Croce d'Oro per "anzianità di servizio" (25 anni), Nastrino e Medaglia d'argento di lunga navigazione nella Marina Militare (15 anni), Nastrino e Medaglia di bronzo per lungo Comando (10 anni), Nastrino e Medaglia NATO per l’Operazione Active Endeavour, Nastrino e Medaglia NATO per le operazioni in Kosovo, Nastrino e Medaglia EUNAVFOR MED per l’Operazione Sophia, Nastrino e Medaglia EUNAVFOR MED per l’Operazione IRINI, Croce commemorativa nell’ambito dell’operazione MARE SICURO, Nastrino di merito per il servizio prestato presso lo SMM ed è insignito del distintivo tradizionale per sommergibilisti, del distintivo di merito per frequenza Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze e del distintivo di merito per frequenza Istituto di Studi Militari Marittimi.

E’ inoltre laureato in “Scienze marittime e navali” presso l’Università di Pisa e in “Scienze Politiche” presso l’Università di Trieste.