Marina Militare

Editoriale...

2 gennaio 2023 Alessandro Busonero

​​​​​​Affezionati lettori,

veloce come una raffica di vento, anche questo 2022 sta volgendo al termine.

Dodici mesi raccontati dalle pagine del Notiziario della Marina sulla rotta intrapresa dagli equipaggi della Marina Militare in Italia, all’estero e soprattutto in mare. Dal Mediterraneo, al Mare del Nord, all’Oceano Atlantico a quello Indiano, il Jack con le quattro repubbliche marinare ha rappresentato la nostra Nazione, la Marina e quello che essa porta ovunque: sicurezza marittima e vigilanza, garanzia del libero uso del mare, contrasto a ogni traffico illegale.

L’addestramento continuo del personale e dei mezzi aeronavali, la partecipazione a missioni internazionali dell’Alleanza Atlantica e dell’Unione Europea fa sì che gli equipaggi solchino anche mari lontani dai loro affetti.

Questa lontananza fortifica quel silenzioso e prezioso spirito di abnegazione proprio di ogni marinaio. Fare ciò con la maggiore serenità consentita dipende soprattutto dall’insostituibile supporto dei propri cari, delle famiglie alle quali, al termine di questo intenso anno, va l’abbraccio e la gratitudine più grande di cui la nostra rivista si vuol fare portavoce. Le pagine di dicembre vogliono essere un omaggio al 2022 grazie a una grafica capace di mettere in risalto la potenza delle immagini, sempre molto apprezzate dai lettori. Scatti unici frutto della passione e dedizione dai nostri colleghi che armati di macchina fotografica fermano il tempo fotografando azioni e professionalità in grado di restituirci bellezza e soprattutto emozioni. Le immagini ci consentono di navigare tra le dimensioni in cui opera la Marina: quella subacquea, una dimensione a sé stante che si unisce alle altre quattro dimensioni fisiche: mare, terra, aria e spazio. Tra gli articoli, le operazioni internazionali ai "confini del Mediterraneo Allargato" in Golfo di Guinea con la fregata Marceglia che passa il testimone dell’operazione antipirateria Gabinia al pattugliatore Borsini; la missione EMASOH (European-led Maritime Awareness in the Strait of Hormuz) attraverso l’operazione AGENOR, per la prima volta a guida italiana per la sicurezza marittima nell’area nello Stretto di Hormuz; il concerto di solidarietà della Banda musicale della Marina Militare in favore della Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus e la presentazione del calendario 2023 "Dal Mare Sul Mare"; il varo del quinto pattugliatore polivalente d’altura (PPA) Marcantonio Colonna e l’emozionante giuramento della prima classe dei ruoli normali dell’Accademia navale insieme al 24° corso AUFP (allievi ufficiali in ferma prefissata) e del 21° corso AUPC (allievi ufficiali piloti di complemento).

In conclusione, un omaggio a Santa Barbara protettrice della Marina e di tutta la famiglia marinara: donne, uomini e famiglie.

Ci diamo appuntamento al prossimo anno. Che sia calmo o mosso il mare che incontreremo, dalla "plancia" della redazione faremo del nostro meglio per tener salda la rotta della comunicazione affinché i tanti lettori e appassionati del mare e della Marina possano far proprie parte delle emozioni che ogni equipaggio vive tutti i giorni al servizio del Paese.

Buona lettura!

 

Alla via così!